Ecco Verde: lo Shop Eco Bio più grande d’Europa

Una delle domande che mi sento rivolgere più spesso dai lettori del sito, o semplicemente dalle persone con cui parlo dei cosmetici bio è questa:'Mi interessano, ma dove li compro?' Il più delle volte mi sono trovata a rispondere 'da Ecco Verde'.

Forse perché è stato il primo E-Commerce nel quale mi sono trovata a cercare dei prodotti su suggerimento di un'amica (allora era la coppetta mestruale ed un sapone neutro).

In seguito perché trovandolo davvero ben fornito e con un'ottima politica di spedizione e reso, ho continuato a servirmene per lo shopping online.

Oggi però voglio raccontarvi perché è importante anche saper scegliere gli E-Commerce e lo faccio grazie ad un'intervista fatta ad Alice Falchero.

Alice, oggi responsabile acquisti, nel 2010, insieme ad un piccolo team di appassionati, ha fondato quello che oggi è più il grande E-Commerce di vendita di prodotti di bio Cosmesi in Europa.

L’interesse per il bio nella vostra azienda si coniuga con l’attenzione a limitare la produzione di rifiuti. Come scegliete i vostri imballaggi? Avete in mente campagne per sensibilizzare ulteriormente i vostri consumatori?

Ciò che auspichiamo da parte del consumatore è che ci sia sempre di più un atteggiamento di sensibilità e rispetto nei confronti dell’ambiente.

Facciamo un piccolo esempio.

Se un campioncino arriva rotto, siamo disponibili ad aggiungerne uno extra nel prossimo ordine, ma ci stupiamo molto quando i clienti preferirebbero avere un invio extra per un solo campioncino che inquinano inutilmente con emissioni di CO2 (oltre ai costi di imballaggio e trasporto).

 

Quando è nato Ecco Verde e come è cresciuto in questi anni?

Il sito Ecco Verde è nato nel marzo 2010. All'epoca un piccolo team ha messo insieme le proprie conoscenze per creare un progetto nuovo. Allora non esistevano molte piattaforme online specializzate nel settore, così abbiamo voluto creare un portale di nicchia che potesse offrire ai clienti la sicurezza di acquistare prodotti di cosmesi naturale ad occhi chiusi. Allora era molto difficile reperire i prodotti e fare la differenza tra cosmesi naturale e cosmesi “greenwashing”. Anche oggi questa risulta talmente sottile, che è difficile valutare cosa acquistare quando tutto viene presentato come Eco-Bio.

Da un piccolo Shop Online gestito da poche persone, è diventato una potenza europea. Al momento Ecco Verde è il sito europeo di cosmesi naturale più grande e fornito che c’è. Dalla gestione “individuale” è diventato un team ben strutturato, con vere e proprie regole aziendali.

Ci rivolgiamo a tutte le persone che cercano vera cosmesi Eco-Bio e Naturale e che vogliono affidarsi ad uno shop sicuro, senza dover necessariamente controllare uno a uno gli ingredienti.

Su questo aspetto siamo molto rigidi: rinunciamo anche a prendere Brand se questi non rispecchiano gli standard prefissati.

Preferiamo perdere vendite, che perdere i clienti che hanno fiducia in noi!

I clienti che si approcciano al nostro E-Commerce sono spesso neo-mamme, in cerca dei prodotti migliori per i propri bambini, che poi estendono gli acquisti a tutta la famiglia.

Sul nostro sito si può acquistare avendo la certezza che qualcuno ha davvero controllato gli ingredienti di ogni prodotto. Il cliente può affidarsi alle certificazioni della cosmesi Eco-Bio, dichiarati su ogni prodotto o, in assenza di certificazione (non tutti i Brand possono permettersi di avere un certificato, in quanto molto costosi), siamo noi a controllare meticolosamente il prodotto.

Nella scelta dei marchi che ‘promuovete’ nella vostra vetrina, quanto è importante questo aspetto?

Nella scelta dei marchi certamente facciamo molta attenzione, informandoci su processo di lavorazione e accorpando gli ordini in modo da ottimizzare i trasporti. Ad esempio, tutti gli ordini dei brand italiani vengono spediti in un centro deposito a Udine, dove li ritiriamo. Ogni giorno portiamo i pacchi degli ordini clienti a questo centro deposito e ritiriamo tutti gli ordini fatti ai nostri fornitori, evitando che ogni fornitore spedisca fino al nostro magazzino. A Udine ci dobbiamo andare comunque, ed unendo le due cose, siamo efficienti il doppio 🙂

Voi siete per una politica del ‘campioncino di prova’ in numero limitato, viene compresa questa vostra scelta ecologista?


Il campioncino a noi personalmente non piace particolarmente.

Il motivo è semplice: oltre al fatto che per produrlo ci vanno tanta energia e costi quanto per un full-size, produce davvero molta spazzatura.

Allo stesso tempo però dobbiamo anche ascoltare il nostro cliente e le sue necessità. Per questo siamo per la politica del campioncino mirato, che ha un doppio vantaggio, oltre quello ecologico.

Primo perché non inviamo campioncini a caso, ma permettiamo al cliente di sceglierli. Quindi chi acquista può decidere SE averli (moltissimi clienti scelgono di non averli appositamente) e, in caso positivo, scegliere quelli per le sue esigenze e non rischiare di ricevere qualcosa che finirebbe nella spazzatura.

Secondo, provare un prodotto con un campioncino può fare evitare un acquisto sbagliato, quindi lo spreco di un prodotto full size.

Vogliamo inoltre far presente che il numero limitato dipende da quanti campioncini ci inviano i nostri fornitori. Sono sempre limitati e se ne dessimo di più finirebbero in pochi giorni, con il risultato di scontentare i clienti. Spesso veniamo criticati per questo, ma bisogna comprendere che noi non siamo produttori e diamo quel che riceviamo 🙂

Proprio per questo ci piace di più fare campagne omaggi regalando noi prodotti full-size al raggiungimento di un tot di spesa.

Share the Bio...
Share on Facebook
Facebook
18Pin on Pinterest
Pinterest
0Email this to someone
email

Lascia un commento