Henné e altre Erbe tintorie

Come sempre dalla natura arrivano le risposte a tutte le nostre necessità, compresa quella, apparentemente meno indispensabile dell’uso del colore. Fin dall'antichità, in Medio Oriente si utilizzava una pianta dalle cui foglie e rami essiccati e macinati, si ricavava una polvere giallo-verdognola utilizzata come colorante su tessuti e pelle animale. Quella pianta divenne poi nota anche in occidente con il nome di Henné.

 

Questa insieme ad altre Erbe Riflessanti prendono il nome di Erbe Tintorie.

Everything you can imagine nature has already created

(Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata)

Albert Einstein

Ma cosa sono esattamente le Erbe Tintorie?


Con il termine erba si indica genericamente una ‘pianta bassa’ con fusto verde e non legnoso, la cui caratteristica principale è quella di ‘tingere’. Le polveri che prendono il nome dalla pianta dalla quale vengono estratte impiegate singolarmente o in associazione alle altre erbe hanno la capacità di tingere o riflessare i capelli.

Queste ad oggi rappresentano una valida alternativa nell'ambito cosmetico, all'uso delle tinture chimiche e costituiscono l’unica alternativa completamente naturale e biodegradabile.

Tuttavia, e non ci stancheremo mai di ripeterlo, non è scontato che un prodotto naturale non dia reazioni allergiche sulla cute per questo consigliamo di effettuare sempre un test di valutazione della risposta allergica all'utilizzo anche delle preparazioni con le erbe.

L'angolo della Botanica



 

Share the Bio...
Share on Facebook
Facebook
0Pin on Pinterest
Pinterest
1Email this to someone
email